LE CLAUSOLE CLAIMS MADE

Assicurazione professionale del medico estetico

Lo scopo della presente relazione è quello di accompagnare il medico estetico nella stipula del contratto assicurativo per la responsabilità professionale, oramai obbligatoria, fornendo alcune importanti avvertenze sul contenuto di alcune clausole presenti sul mercato, avendo particolare riguardo al tema della efficacia temporale della copertura assicurativa.

Poiché le conseguenze dannose di un atto medico (colpa professionale) si possono verificare anche dopo molto tempo, è necessario prestare molta attenzione alla copertura che l’impresa di assicurazione realmente offre nel momento in cui il medico riceve la prima richiesta di risarcimento da parte del paziente.

La prassi assicurativa degli ultimi anni al modello tradizionale del cd loss occurrence (art. 1917 codice civile) ha sostituito il modello cd claims made, prevedendo polizze, dai costi sicuramente più contenuti, che assicurano il medico solo relativamente a denunce del paziente (claim) pervenute nel periodo di vigenza della polizza. Non rilevando il tempo del verificarsi dell’errore, il medico si può, dunque, ritrovare spesso scoperto.

La validità di tali clausole è stata fortemente messa in discussione nella ultima giurisprudenza della Suprema Corte (Cass. Civ., III Sez. n. 10506 del 28.04.2017) ed anche a livello normativo vanno segnalati i recentissimi interventi contenuti nella legge sulla responsabilità sanitaria (Legge Gelli, n. 24/2017) e sulla concorrenza (L. 124/2017), che hanno introdotto l’obbligo della retroattività almeno decennale e la postuma dello stesso lasso temporale nel caso di cessazione definitiva dell’attività del professionista.

ULTRASUONI MICROFOCALIZZATI: INDICAZIONI, EFFICACIA CLINICA E COMPLICANZE.

Introduzione: Gli ultrauoni microfocalizzati sono stati introdotti in medicina estetica per ottenere il lifting del volto e del collo. Infatti, possono raggiungere diversi tessuti al di sotto della pelle (fascia muscolare, sottocute e derma profond) e produrre punti di termocoagulazione dove la temperatura raggiungere i 67°C. Questo induce la denaturazione e la contrazione delle fibre collagene a cui fa’ seguito la produzione di nuovo collagene (endogeno) nell’arco di diverse settimane.

Materiali e metodi: Nel nostro centro medico abbiamo trattato dal 2014 con ultrasuoni microfocalizzati oltre 500 pazienti. Abbiamo suddiviso la nostra casistica in base a sottogruppi costituiti da: età e grado di cedimento dei tessuti molli del volto e del collo; numero di spot erogati e numero di sessioni eseguite. I risultati clinici sono stati valutati soggettivamente dai pazienti secondo un test di autovalutazione e oggettivamente da due medici indipendenti attraverso una scala di valutazione.

Risultati: l’indicazione migliore è per cedimenti del volto da lievi a moderati. La maggiore efficacia clinica si ottiene con un numero congruo di sessioni di trattamento e di spot erogati. Non ci sono state complicanze a lungo termine.

Conclusioni: Gli ultrasuoni microfocalizzati rappresentano una ottima metodica clinica per ottenere una rigenerazione collagenica e lifting del volto e del collo in determinate condizioni cliniche.

COMPLICANZE IN SEGUITO AD INIEZIONI DI FILLER DERMICI A BASE DI ACIDO IALURONICO: CASI CLINICI

Dott.ssa Paola Molinari

Abstract

Introduzione: I trattamenti estetici con filler dermici a base di acido ialuronico (HA) stanno diventando una procedura medico-estetica comune per ottenere un aspetto più giovane e in salute. I risultati sono comparabili a quelli ottenuti con interventi di chirurgia plastica maggiore, pur essendo minimamente invasivi. Sebbene i filler di HA di nuova generazione siano molto sicuri, tuttavia il marcato aumento di queste procedure medico-estetiche è associato con un incremento nel numero degli eventi avversi (AE). Le complicanze associate con le iniezioni da filler vanno da lievi/moderate a severe e possono avere un esordio precoce (entro pochi giorni) o ritardato (dopo settimane o anni). Tra gli effetti indesiderati ritardati troviamo: infezioni, reazioni granulomatose da corpo estraneo, formazione di noduli, migrazione del materiale, persistente discolorazione e cicatrici.

Scopo: Lo scopo di questo studio è quello di prendere in esame questi eventi avversi di lieve/moderata intensità, descrivere la loro gestione e le giuste misure da adottare per evitarli.

Metodi: Questo è uno studio retrospettivo di pazienti con complicanze ritardate in seguito ad iniezioni con filler a base di HA. Sono state effettuate delle fotografie e documentato il percorso diagnostico e terapeutico adottato.

Risultati: L’autrice presenta pazienti con complicanze da filler ritardate. In questo studio viene analizzato per ogni caso la sua storia clinica, il tipo di evento avverso e le sue caratteristiche, inoltre, viene discussa la sua gestione e il trattamento effettuato per la sua risoluzione.

Conclusioni: Il numero di procedure di medicina estetica sta aumentando e con esso in numero di eventi avversi, specialmente quelli di lieve/moderata entità. E’ importante che il medico sia informato dei potenziali effetti collaterali che possono presentarsi dopo le iniezioni con i filler a base di HA, riconoscere le loro manifestazioni e capire come gestirli.  

Dove siamo

Via San Francesco d'Assisi 4/A
20122 Milano - Italia

Contatti

Tel: +39 02 86 45 37 80
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Selezione lingua

Social Network

Copyright © 2017 - MEDICINA ESTETICA - Agorà Società Italiana di Medicina Estetica - Milano
Powered by Digigreg