I COMPLICAZIONI GRAVI DOPO LE PROCEDURE ESTETICE. CASI CLINICI. DIAGNOSTICA, DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE, TATTICA: L’ESPERIENZA RUSSA

1) Herpes Zoster.

2) Fili: contouring, ferita della ghiandola Parotide.

3) Fillers: necrosi della fronte, necrosi della Glabella, necrosi del naso e cicatrice, necrosi del labbra e flemmone, necrosi nasolabiale, infiammazione del filler.

4) Tear trough: migrazione dei non HA filler.

Carta di emergenza.

BRUNELLI

TITOLO RELAZIONE:

RINOFILLER: ESPERIENZA PERSONALE CON ACIDO JALURONICO.

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

L’obiettivo è dimostrare l’efficacia del trattamento con acido jaluronico nel correggere difetti minori e maggiori del naso.

MATERIALI E METODI

Numerosi pazienti reclutati per la correzione dei difetti estetici del naso per mezzo di acido jaluronico.

Criteri di esclusione assoluti: nessuno. Relativi: precedenti rinoplastiche o importanti traumi della piramide nasale.

RISULTATI

I risultati hanno portato l’evidenza della possibilità di migliorare o correggere i difetti estetici del naso in modo duraturo con acido jaluronico.

CONCLUSIONI

Il rinofiller rappresenta un ottimo metodo per trattare i difetti del naso in pazienti che non vogliano, non possano, o non siano ancora pronti per una rinoplastica chirurgica.

KEYWORDS

Rinofiller, difetti, estetica, naso, acido jaluronico

 

 

 

 

 

 

TITOLO RELAZIONE:
IL RINOFILLER COME ALTERNATIVA ALLA RINOPLASTICA PRIMARIA E SECONDARIA: INDICAZIONI E LIMITI REVISIONANDO 200 CASI IN SETTE ANNI DI TRATTAMENTO.

 

AUTORI: Cravero Luca, Salomone Marco, specialisti in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica

 

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

Ad oggi il rinofiller viene impiegato con le seguenti finalità:

 

  • Tecnica ausiliare alla rinoplastica per la correzione di lievi irregolarita’ dopo interventi chirurgici (in pazienti non disposti ad ulteriori revisioni chirurgiche)
  • Tecnica alternativa alla rinoplastica. In questo caso gli studi clinici dimostrano che è spesso meno efficace della chirurgia. La ragione per cui è scelta è il rifiuto del paziente a sottoporsi ad intervento chirurgico. Tuttavia ci sono delle condizioni anatomiche di partenza, come il naso orientale dove i risultati estetici sono comparabili a quelli chirurgici.

Scopo del presente studio è riaggiornare le indicazioni al rinofiller come efficace alternativa alla rinoplastica. Rivalutando 200 pazienti abbiamo trovato nuove misure antropologiche che possono essere utilizzate per orientare la scelta della tecnica (medica o chirurgica).

Abbiamo inoltre formulato alcune ipotesi sulla durata del risultato estetico, basate su sette anni di esperienza

 

MATERIALI E METODI

 

Abbiamo utilizzato acido ialuronico a differenti caratteristiche di viscosità ed elasticità per correggere le differenti subunità nasali. Abbiamo eseguito il trattamento in un unico tempo operatorio con  un follow up clinico da due mesi a sette anni.

RISULTATI

 

Il rinofiller si è dimostrato efficace nei pazienti la cui altezza della radice nasale è inferiore ad 1,3 cm. Negli altri casi la tecnica medica è meno efficace di quella chirurgica perché l’angolo nasofrontale deve essere  aumentato in modo eccessivo.

I risultati sono spesso stabili al controllo anche dopo alcuni anni, richiedendo nessuna o piccole correzioni, forse per una differente composizione biochimica dei tessuti vicini alla cartilagine e, nei casi di rinofiller dopo intervento chirurgico, probabilmente anche per una maggiore componente di  tessuto  cicatriziale a seguito dell’intervento. La subunità nasale che più spesso necessita di correzioni è la radice del naso, probabilmente perché spesso ivi vengono appoggiati gli occhiali.

CONCLUSIONI

Questo studio ci ha permesso di trovare nuove indicazioni del rinofiller come un’efficace alternativa alla rinoplastica

 

 

 

 






BISSOLOTTI

RINOFILLER: ALTERNATIVA ALLA RINOPLASTICA O COMPLETAMENTO?

Per rinoplastica si intende l’insieme di procedure finalizzate all’ armonizzazione estetica del naso. Tradizionalmente la rinoplastica prevede unicamente procedure chirurgiche, tuttavia attualmente la moderna medicina estetica permette procedure ambulatoriali che con minore invasività e impegno del paziente possono permettere buoni risultati.

Il presente lavoro confronta pazienti sottoposti a rinosettoplastica chirurgica e pazienti sottoposti a rinoplastica medica (rinofiller).  Si valuta l’armonizzazione cosmetica del naso pre e post trattamento.

Il gruppo A prevede 5 pazienti sottoposti a rinoplastica chirurgica mentre il gruppo B prevede 5 pazienti sottoposti a rinoplastica medica (rinofiller). Sono eseguite fotografie pre trattamento e a 6 mesi dopo la chirurgia per il gruppo A, mentre sono eseguite a due mesi dopo il rinofiller per il gruppo B. Vengono presi in valutazione il profilo nasale frontale, laterale e in ¾ come valutazione oggettiva e il grado di soddisfazione del paziente come valutazione soggettiva.

La rinoplastica chirugica è stato da sempre il trattamento di scelta ed unico per l’armonizzazione del naso. Tale trattamento mantiene ancora la preferenza come prima scelta secondo il giudizio dell’autore e dei pazienti afferenti lo studio. Tuttavia le moderne procedure della medicina estetica permettono in selezionati casi di ottenere un buon miglioramento cosmetico del naso seppure transitorio e necessario di ritrattamento.

TITOLO RELAZIONE:

RIMOZIONE DEL RINOFIMA CON TECNOLOGIE LASER: NOSTRA ESPERIENZA

AUTORI: A. Pieri, F. Balconi, E. Bernè. A. Pacifici

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

Il Rinofima è una patologia multifattoriale che rappresenta la complicanza o lo stadio finale dell’acne rosacea. Caratterizzata da ipertrofia ed iperplasia ghiandolare sebacea.  L’obiettivo è dimostrare l’efficacia delle tecnologie laser CO2 Superpulsato o Ultrapulsato ed Erbium Yag e NdYag, utilizzate nella Clinica Laser Perugia nella rimozione di questa dermatosi.

MATERIALI E METODI

Il laser CO2 è stato utilizzato all’inizio della seduta per ottenere una completa disepitelizzazione ed asportazione delle aree interessanti i tessuti nasali, successivamente lo stesso Laser CO2 viene utilizzato in modalità chirurgica focalizzata al fine di asportare le deformità presenti. La superficie ottenuta viene poi finemente regolarizzata mediante ripetuti passaggi con laser CO2 e laser Erbium che permette la rimozione dei residui carboniosi derivati dal CO2 e determinando quindi una maggiore rapidità di guarigione.Eventuali trattamenti di mantenimento sono stati effettuati con Dye Laser o Laser CO2 Ultrapulsato o Superpulsato in modalità frazionale.

Pazienti coinvolti 20

Trattamento in sedute variabili da 1 a 3 sedute.

Controllo e riscontro clinico a T0 + T7 +T14 +T30 +T60

Metodi di misurazione ed analisi: Dermatoscopio Hiden, Fotografia Digitale standardizzata,

RISULTATI

I risultati hanno portato l’evidenza di un riscontro positivo su tutti i pazienti dove abbiamo rilevato rimodellamento notevole del profilo nasale, eliminando le zone malate mediante la vaporizzazione delle strutture ghiandolari e riducendo inoltre il numero e la gravità delle recidive mediante il danno termico dello stesso laser.

 

CONCLUSIONI

Il trattamento del Rinofima mediante tecnologie Laser ha raggiunto un elevato profilo di sicurezza e di efficacia nella totalità dei pazienti trattati, permettendo la risoluzione della patologia con un numero di sedute molto limitato.

KEYWORDS

Rinofima, Laser CO2, Laser Erbium, Alta Tecnologia

ABSTRACT

 

 

TITOLO RELAZIONE:

RIMODELLAMENTO NASALE ESEGUITO CON FILLER DI TECNOLOGIA VYCROSS

INTRODUZIONE, OBIETTIVI SPECIFICI, SCOPO DELLO STUDIO

Il rinofiller è una tecnica di medicina estetica atta a rimodellare il naso senza chirurgia ma bensì previo l’infiltrazione di filler; negli ultimi anni questa procedura ha visto un netto incremento di richieste, tuttavia è dirimente, onde evitare complicanze, l’utilizzo di filler con caratteristiche peculiari.

MATERIALI E METODI

Sono stati trattati 52 pazienti per il rimodellamento non chirurgico del naso. Nello studio sono stati utilizzati solo filler con tecnologia VYCROSS, in particolare modo quello con una concentrazione di 20 mg/ml.

RISULTATI

Nessuna complicanza maggiore e/o minore è mai stata registrata dall’autore nell’esecuzione di questa tecnica di medicina estetica e la durata dei risultati è sempre stata superiore ad un anno.

 

CONCLUSIONI

Attraverso una consolidata conoscenza dell’anatomia della regione nasale, nonché l’utilizzo di filler con tecnologia VYCROSS, è possibile rimodellare il naso con “tecnica additiva”, quindi previo infiltrazione di iniettabili, in modo sicuro e predicibile.

KEYWORDS

Naso; rinoplastica non chirurgica; rinofiller

 

 

 

 

 

 

Dove siamo

Via San Francesco d'Assisi 4/A
20122 Milano - Italia

Contatti

Tel: +39 02 86 45 37 80
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Selezione lingua

Social Network

Copyright © 2017 - MEDICINA ESTETICA - Agorà Società Italiana di Medicina Estetica - Milano
Powered by Digigreg